C’é Krav Maga e Krav Maga

C’é Krav Maga e Krav Maga

 

Difesa personale Napoli- Krav Maga Israeliano migliore scuolaDifferenze

Dalla scomparsa di Imi Lichtenfeld, il suo creatore, il Krav Maga israeliano, ha subìto negli anni, diverse modifiche ed si è prestato a varie interpretazioni da parte dei vari studenti di prima e seconda generazione. Al di là degli “stili” (chiamiamoli così), che si sono generati dall’evoluzione delle tecniche codificate da Imi, oggi riveste un ruolo fondamentale per sopravvivenza del metodo la figura dell’istruttore. Un istruttore qualificato si riconosce immediatamente. Non è necessario avere esperienza nelle arti marziali o negli sport da combattimento per riconoscere un buon insegnante di Krav Maga. La genialità del metodo rende facile e veloce l’apprendimento, per cui la cosa più semplice da fare per valutare una scuola di Krav Maga è quella di partecipare a qualche lezione, in genere quattro o cinque bastano a capire se l’istruttore è qualificato ed esperto, o soltanto “Diplomato” (nel senso che possiede un diplomino) da una qualunque delle federazioni italiane o israeliane, che per moda e/o per lucro concedono diplomi di insegnate, istruttore e maestro a praticanti di livello assolutamente insufficiente.

 

L’allievo non sa …

Spesso l’allievo (e talvolta anche il sedicente maestro), non sa che non è possibile diventare un’insegnate da un mese all’altro. In Italia esistono scuole parificate in cui, pagando, è possibile conseguire i diplomi di scuola superiore in un solo anno. A priori non contesto il metodo “Cinque anni in Uno”, ma mi chiedo come possano persone di media intelligenza, (che, mi risulta, affollino normalmente questi corsi), pensare di conoscere davvero la materia dopo aver concentrato, tutto quello che avrebbero dovuto imparare in cinque anni, in un solo ed unico anno di studi (???). Qualcosa di simile sta avvenendo a livello mondiale ed italiano nel Krav Maga. Nei nostri corsi arrivano allievi che dicono (e pensano) di avere già praticato Krav Maga israeliano, qualcuno mostra i gradi e riferisce di conoscere tecniche per disarmare aggressori armati di coltelli, pistole, bombe e lascio il resto alla fantasia del lettore. Il più delle volte questi praticanti, comprendono subito che nei nostri corsi DEVONO RICOMINCIARE DA ZERO, per poi rendersi anche conto, e ce ne dispiace, di essere stati vittime inconsapevoli di insegnati, francamente, ridicoli “ma convinti” che insegnano tecniche buffe, fantasiose e del tutto improbabili. La mia non è una critica alle persone, allievi o insegnanti che siano, è solo una fotografia di quello che accade tutti i giorni nei nostri corsi e nei seminari.

Lungi da me (pur offrendo altissimi standard di formazione), voler presentare la nostra scuola come migliore di altre, tuttavia sentiamo il dovere di fornire con queste pagine uno strumento onestamente utile a quanti non conoscono la nostra disciplina e che, quindi, restano in balia di qualche insegnante incapace che, in buona o coattiva fede, finisce per far perdere tempo, energie e denaro, ma sopratutto distrugge il vero Krav Maga.

La facilità con cui oggi le cosìdette “Federazioni di Krav Maga”, anche quelle blasonate ed un tempo prestigiose, rilasciano diplomini da istruttore, a seguito di minicorsi (brevi nella durata, ma corposi nei costi) è impressionante! Sicché, capita di tanto in tanto di sentire qualcuno asserire di aver provato il Krav Maga con il Maestro Tal dei Tali, ed aver rinunciato alla pratica perché o troppo violento oppure troppo irrealistico, troppo rischioso durante gli allenamenti oppure troppo tranquillo nell’approccio, troppo ristretto nel bagaglio tecnico oppure troppo complesso per la gran quantità di tecniche, il non plus ultra si verifica quando si asserisce che il Krav Maga non è efficace. E ovvio che fino ad oggi, almeno per quanto ci è concesso di sapere, il 100% di queste inesatte riflessioni, svanisce nelle prime settimane di pratica presso i nostri corsi. Non crediamo che sia un nostro merito, anzi siamo convinti che qualunque vero istruttore di Krav Maga di qualunque federazione o scuola possa essere un ottimo insegnate a patto però che abbia studiato il Krav Maga e praticato a lungo (l’ideale sarebbe, almeno una decina d’anni), costantemente, con dedizione e spirito di sacrificio.

Con sentito rispetto verso tutti i praticanti

Vincenzo Gaudino    
istruttore responsabile   

 

 

 

Copyright Pro Combat Krav Maga Institute © 2006